Quale futuro per Parco Robinson?

Parco Robinson è una parco di San Clemente in via Spagnolo, sito su un ex cimitero dell’800 al cui interno è presente la Cappella Campestre Santa Maria di Macerata, costruita nel XII secolo e restaurata nel 2016. Si tratta di uno dei pochi edifici medievali della città. La Cappella presenta, però, delle infiltrazioni che la stanno compromettendo e il parco è chiuso alla cittadinanza, che in passato l’ha frequentato quotidianamente: anni fa il parco Robinson è stato gestito con successo dalla Lipu Caserta, usandolo anche come luogo di riparo e cura per uccelli feriti. Uno spazio all’epoca unico nel suo genere, fondato sull’incontro tra abitanti, associazionismo e cura della fauna.

Abbiamo presentato un’interrogazione in cui chiediamo quali siano le intenzioni dell’Amministrazione comunale. La Villa centrale di San Clemente verrà prossimamente riqualificata con un progetto che dovrebbe riguardare l’intero quartiere. Abbiamo chiesto in primo luogo se il Parco Robinson sarà interessato anch’esso da lavori di riqualificazione; inoltre, che il parco venga affidato tramite patto di collaborazione alle associazioni del territorio che potrebbero aprirlo quotidianamente e riempirlo di attività culturali e sociali, attivando processi democratici di gestione condivisa valorizzandone il patrimonio storico-artistico.

I beni comuni sono la strada da percorrere per rendere di nuovo fruibile il patrimonio pubblico alla cittadinanza. Non solo: essi attivano processi di democrazia, responsabilizzazione e riescono ad intercettare fondi per la rigenerazione urbana. Siamo profondamente convinti e convinte della necessità di queste pratiche, fondate sulla collaborazione tra il Comune e i cittadini e le cittadine che vogliono prendersi cura dei propri beni – e che spesso sanno farlo meglio di chiunque altro. Come annunciato, le periferie sono al centro dell’azione politica di Caserta Decide, grazie al rapporto continuo che costruiamo con la cittadinanza coadiuvato dai gruppi di lavoro.

Lascia un commento