Per i servizi pubblici!

Acqua pubblica e stralcio del DDL Concorrenza: abbiamo presentato una importante mozione!

Il giorno tal dei tali, a seguito del dibattito nella nostra sede, abbiamo annunciato che avremmo presentato una mozione con l’obiettivo di aprire una discussione sui servizi pubblici, contro le privatizzazioni e per lo stralcio dell’articolo 6 del DDL Concorrenza.

Ci siamo. La nostra mozione, da poco presentata dal Consigliere Raffaele Giovine, parte da un’idea di fondo centrale: i servizi erogati dal Comune devono rimanere pubblici. Purtroppo a Caserta, quasi tutti i servizi (rifiuti, acqua, parcheggio etc) sono già esternalizzati e gestiti da aziende private a cuasa del dissesto finanziario. La bassa qualità di questi è però sotto gli occhi di tutti. Siamo fermamente per l’internalizzazione di ognuno di questi, per far sì che sia il Comune a garantire qualità e universalità di ogni servizio.

Con la nostra mozione chiediamo che il Consiglio comunale impegni la Giunta e il Sindaco a comunicare al Governo la richiesta di stralciare dal DDL Concorrenza l’articolo 6 che obbligherebbe i Comuni a privatizzare i servizi pubblici. La mozione è stata già approvata da grandi Comuni, come Roma e Bologna. Mantenere i servizi pubblici non è semplicemente una scelta ideologica: un servizio privato tende ad essere più costoso e non esistono prove che porti ad un aumento della qualità; un servizio pubblico invece persegue gli interessi della collettività e non del profitto per pochi, si inserisce all’interno di scelte politiche di ampio respiro, in cui gli enti locali hanno pieno protagonismo. Se tutti i servizi sono privati,a che serve un Comune?

Inoltre, con la mozione chiediamo che il Comune di Caserta apra immediatamente un tavolo di concertazione con l’aziena privata che gestisce il servizio idrico (in totale contrasto con il referendum del 2011), con gli amministratori di condominio e con i sindacati degli inquilini. Troppe volte infatti l’azienda ha staccato, del tutto illegalmente, il servizio idrico ad alcuni condomini per piccole situazioni di morosità. Non possiamo assolutamente permetterlo: il Comune deve tornare ad essere decisore centrale sui servizi pubblici per garantire i diritti a tutta la cittadinanza.

Ci auguriamo che la mozione vada in discussione il prima possibile e che la cittadinanza sia presente in Consiglio comunale per far sentire la propria opinione.

Clicca qui per leggere la mozione!

Lascia un commento