Il manifesto politico di Caserta Decide

Lì dove cresce il pericolo, cresce anche ciò che salva

Friedrich Hölderlin

Siamo casertane e casertani, lavoratori e lavoratrici, precari, disoccupati, studenti e studentesse, artigiani, artisti, scrittori, insegnanti, ricercatori, professionisti, partite IVA. Viviamo a Caserta facendo i conti con il suo decadimento politico e sociale, con la sua mancanza di servizi e di diritti, con l’aumento del costo della vita, con la devastazione ambientale, con lo spopolamento.

È facile capire perché Caserta sia costantemente agli ultimi posti della qualità della vita: manca da sempre una visione a lungo termine della città. Manca una progettualità fatta per e con i cittadini, un punto di vista politico e partecipato.
Mentre i singoli, le famiglie e le associazioni sono stati abbandonati dalle amministrazioni, molti di noi sono stati costretti a lasciare la nostra terra, spesso rinunciando al sogno di ritornare. Sono infatti circa diecimila persone ogni anno ad abbandonare la nostra Provincia. 

Caserta ha però molte potenzialità. Noi, che siamo da sempre presenti nella vita della città, dalle periferie fino al centro storico, impegnati nell’associazionismo, nel mondo della cultura, nel volontariato e nel mutualismo, nei beni comuni, nel mondo del lavoro, nello sport, lo sappiamo bene.
Noi siamo convinti di poter incidere positivamente sulla vita cittadina, provando a rendere Caserta, giorno dopo giorno, più accogliente, vivibile, inclusiva, degna. 

Abbiamo ottenuto tanto, ma, guardandoci intorno, ci rendiamo conto che il lavoro fatto non basta. Abbiamo quotidianamente contezza delle possibilità di Caserta e dei suoi abitanti, ma ci scontriamo con gli enormi limiti e gli ostacoli imposti dalla politica locale. Una politica che non fa gli interessi della comunità, che ne ignora i bisogni e le speranze, che prova ad annullare qualsiasi possibilità di coinvolgimento dei cittadini. Una politica che blocca le possibilità che la nostra città avrebbe. 

Un metodo politico nuovo in città: la partecipazione

É arrivato il momento di costruire un metodo nuovo per cambiare Caserta. Un metodo che ci restituisca la possibilità di decidere sul suo presente e sul suo futuro. In un momento storico in cui incertezza e insicurezza sono diffuse e le risorse finanziarie sono scarse, bisogna reinterpretare il ruolo delle politiche pubbliche attraverso la partecipazione.
Vogliamo colmare la distanza tra Palazzo Castropignano e la città e l’unico modo per farlo è governare. Governare mettendo al centro dell’agenda il contrasto ai cambiamenti climatici, le nuove forme di partecipazione e autogestione dei beni comuni, una nuova idea di welfare cittadino e di servizi sociali. Questo vuol dire fare delle scelte e noi vogliamo farle ascoltando i cittadini e le cittadine per prendere decisioni insieme.

Per fare questo, abbiamo bisogno di uno spazio politico nuovo, democratico, cooperativo, partecipato. Questo spazio per noi è Caserta Decide.
Il nostro primo obiettivo è la partecipazione alle elezioni comunali del 2021, ma non esauriremo certo lì il nostro percorso. Abbiamo l’ambizione di andare ben oltre, costruendo una nuova forma di attivismo in città.

Partecipa anche tu! Aderisci a Caserta Decide!